Classica ad alta quota - Ecco gli artisti


Gianluigi Borrelli, crotonese di origine, inizia giovanissimo, la formazione musicale con lo studio del pianoforte. Nel tempo approfondisce con il M° Francesco D’Ovidio e successivamente con il M° Marco Angius.

  

Continua il percorso con gli studi musicologici presso il D.A.M.S. dell’Alma Mater Studiorum di Bologna.

 

Affianca, contemporaneamente, il difficile e affascinante mondo della composizione sotto la prestigiosa guida dei maestri Francesco D’Ovidio, Francesco Carluccio, Pasquale De Rosa e, nei 12 anni di formazione e perfezionamento, compone ed arrangia numerosi brani.

  

Consegue Master di perfezionamento in Direzione d’orchestra con il M° Francesco Carotenuto (Roma), il M° G. Serembe – D. Renzetti (Accademia Musicale Pescarese) e con il M° Deyan Pavlov (Sofia, Plovdiv, Pazardjik, Vidin, Vratza  - Bulgaria).

 

Gianluigi Borrelli dirige prestigiose iniziative in Italia e all’estero (opera in maniera continuativa in Bulgaria, ad esempio) del repertorio barocco, sinfonico, operistico con conseguenti riconoscimenti da illustri solisti e direttori, nonché l’esecuzione in ambito operistico presso il Teatro Mancinelli di Orvieto de “La Cavalleria Rusticana” di P. Mascagni, “Le Nozze di Figaro” W. A. Mozart, “IL Maestro di Cappella” di  D. Cimarosa.

 

Collabora costantemente con prestigiose orchestre bulgare, ucraine e rumene.

 

Dal 1998 ad oggi è Direttore del coro polifonico “Cantate Domino” della Chiesa S. Paolo Apostolo di Crotone (di cui è anche organista); il coro ha preso parte a diverse rassegne e raduni corali regionali ed oltre al servizio liturgico ordinario, ha eseguito concerti di musica sacra con brani tratti dal “Messiah” di Handel, Requiem di Mozart e Faurè, e del repertorio di J.S. Bach  come la Messa in Si min, le Cantate sacre, l’Oratorio di Natale e i corali tratti dalla Passione Secondo Giovanni e Matteo.


È consulente musicale della Fondazione Renata Tebaldi e assistente alla direzione d’orchestra per il biennale International Voice Competition che ha sede nella Repubblica di San marino.

 

Collabora altresì con importanti realtà europee, offrendo la sua consulenza nella redazione di programmi, bandi ed eventi in generale.

 

Nel 2006 riceve l’importante riconoscimento “Vratza Awards” per aver composto l’inno sinfonico della città di Vratza (Bulgaria) e per aver contribuito al progresso della cultura nazionale.

 

Nella stessa serata di premiazione ottiene il plauso di pubblico e critica dirigendo il brano “Nothing else matters” dei Metallica arrangiato e diretto da lui stesso per orchestra sinfonica.

 

È stato Direttore Ospite dal 2010 al 2012 della Orchestra Filarmonica di Vratza per alcuni dei più importanti eventi musicali in cartellone.

 

Dal 2000 è Presidente della “Compagnia Dello Ionio”, una delle principali associazioni culturali del Sud Italia dedita all’organizzazione di eventi multidisciplinari in ambito cuturale.


Affianca all’attività di Direttore d’Orchestra quella di arrangiatore e ricercatore musicale.

 

Grazie alla sua esperienza di composizione e direzione opera sia in ambiti classici che moderni, trasversale rispetto ai periodi storici ed ai generi riesce a fondere antico e moderno grazie ad uno studio meticoloso sui suoni.

 

Parallelamente alla carriera di musicista classico continua, infatti, nel tempo a firmare diverse collaborazioni nell’ambito del pop e della musica leggera italiana, in qualità di consulente musicale, pianista e, soprattutto, arrangiatore.

 

Nel 1997 prende parte all’Accademia della Canzone di Sanremo con il  gruppo “Doppio Malto” curando gli arrangiamenti della canzone “Come il sole splende il giorno”.

 

Dal 2011 entra a far parte in qualità di Pianista, Orchestratore e Direttore Musicale della band ufficiale dell’attore e cantautore italiano Simone Borrelli (http://it.wikipedia.org/wiki/Simone_Borrelli) nel tour di anteprima live dell’album “Venerdì Sera”.

 

Successivamente riceve l’incarico di curare gli arrangiamenti e la supervisione musicale al Film “Eddy” sui diritti umani, unica produzione scelta per rappresentare l’Europa a Strasburgo 2014-2015.


Trasversalmente alle sue attività, svolge. come docente, corsi intensivi di “Avviamento alla Direzione d’Orchestra”. Ottimo comunicatore, esperto insegnante e profondo conoscitore della musica si occupa attivamente del rapporto fra i giovani e la musica classica e della divulgazione della cultura musicale di approfondimento.

 

Marco Pio Maiolo, clarinettista e cantante. Studia canto sotto la guida  del  M° soprano Teresa Cardace. Inizia giovanissimo riscontrando consensi  di pubblico e critica in recitals,  concerti ecc.

 

Ha cantato in teatri ,Enti  e Associazioni in Italia partecipando a diversi concorsi e festival. Ha partecipato, come ospite d’onore,  in occasione del concerto dell’Orchestra di fiati dell’istituto Musicale “ L. Vinci “del Comune di Roccabernarda ( KR ),  con la partecipazione di studenti e di appartenenti alla  Polizia di Stato; ospite per 3 volte all’evento spettacolo “ Uniti insieme Contro La  Violenza Sulle Donne “  presso  il Teatro Apollo di Crotone; 1° Classificato alla sezione Musica Leggera  11° concorso  Europeo dell'Accademia Internazionale di Musica  “ Don Matteo  Colucci” ( Fasano – BR ). 

Vincitore del 1° Premio con votazione 98/100 del XIV Concorso Internazionale FRYDERYK CHOPIN presso la Sala Concerti Palazzo DE NOBILI – Catanzaro.

 

A tutt’oggi fa parte della Corale “ CANTATE DOMINO” come Tenore , nella chiesa di “S. Paolo Apostolo”  di Crotone.

 

 

 

Ha partecipato a concorsi a livello nazionale ottenendo ottimi risultati, per citarne alcuni: premio Maria Grazia Cutuli di KR dall’anno  2009 al 2015, classificandosi 1° nella  sezione solisti Clarinetto classe  A”  con voto 100/100; 1° Classificato  Categoria  speciale sezione Gruppi da Camera Voto 100/100; 1° classificato  sezione gruppi da camera 6-12  elementi con voto 100/100. 

1° classificato sezione fiati categoria D con voto 100/100 al Concorso  Nazionale Musicale “ Music International Award Luciano Luciani”  presso il teatro Rendano  a Cosenza. 

 


 

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0