Classica ad alta quota: un omaggio alla natura

Il luogo è un di quelli di cui ci si dimentica difficilmente: Villaggio Buturo, a 1539 metri su livello del mare, nel Parco Nazionale della Sila, foresta incontaminata di faggi ed abeti bianchi, dalla quale di dipanano decine di percorsi e sentieri, interrotti da vallette, corsi d'acqua, muschi e da una vegetazione rigogliosa. 


Un vero e proprio spettacolo della natura ieri ha accolto - a Villaggio Buturo - Classica ad alta quota - evento di apertura della seconda edizione della rassegna TREKKING MUSIC & CULTURE. 


La giornata, organizzata in perfetto stile Alta Valle del Crocchio, è iniziata con una escursione in direzione dei Piani di Tirivolo. Dopo tre ore di cammino, in attesa dell'inizio del concerto, i partecipanti hanno trovato ristoro nel giardino della Locanda Pecora Nera, che per l'estate ha voluto donare, a casa propria, un tocco in più di originalità e buon gusto. 


Intanto, a Villa Pina, il pianista e direttore d'orchestra Gianluigi Borrelli, insieme al giovane e promettente talento della musica classica Marco Pio Maiolo, scaldano i loro strumenti e le note del piano e del clarinetto avvicinano passanti e turisti.


Alle 16:30, davanti ad un pubblico curioso ed attento, i due musicisti hanno tracciato un percorso nella storia della musica classica, dal '600 al '900, andando da Vivaldi a Mahler e passando per Haydn, Mozart e Beethoven. Un viaggio 

nella storia e nel suono, raccontato con impegno e leggerezza: un vero e proprio omaggio alla natura. 


Prossimo appuntamento il 14, 15 e 16 agosto, con l'EcoCamp Sotto i cieli del Gariglione. Il primo campeggio a impatto zero organizzato in Calabria. 

Scrivi commento

Commenti: 0